mercoledì 30 maggio 2012

Hourglass; REVIEW. ✩✩✩




ATTENZIONE LA SEGUENTE RECENSIONE E' ALTAMENTE PARZIALE PERCHE' LA SOTTOSCRITTA SI E' ALTAMENTE SCASSATA I MARONI DI YOUNG ADULT CON LA STESSA IDENTICA TRAMA. ANDATE IN PACE FRATELLI. 


Hourglass di Myra McEntire vanta una delle più belle copertine del 2011 e per tutto lo scorso anno mi ha perseguitato, ora poco prima dell'uscita del seguito (Timepiece in uscita il 12 di Giugno) ho deciso di acquistarlo e leggerlo. 

Posso inziare a dirvi che Hourglass per me ha sempre rappresentato quella categoria di libri con una bella copertina, bella trama ma che purtroppo non mi spingevano a dilapidare la mia postepay e comprarlo su due piedi, c'erano sempre un sacco di "ma.." "no, dai, quest'altro libro è più carino.." etc. etc. quindi l'ho cominciatocon aspettative moderate e sono contenta di averlo fatto proprio perchè Hourglass non è un capolavoro del paranormal young adult. 

"Emerson Cole (vi prego non soffermiamoci sul fatto che sia un nome assolutamente orrendo, lo so che non c'entra nulla con la storia ma secondo me chiamare la protagonista con il nome di un criceto è boh, un sacrilegio secondo me '-') ha diciassette anni, due genitori morti, un fratello maggiore sposato architetto e con una vita che rasenta la perfezione, una migliore amica che ricorda Megan Fox con i geni ereditari di Naya Rivera e la facoltà di vedere quelli che pensa siano fantasmi del passato. Insomma tutto nella norma per una protagonista di ya. Emerson ha un passato complicato, la morte dei genitori le ha recato una forte depressione curata con farmaci su farmaci facendola entrare così in mondo appannato in cui non distingueva la notte dal giorno e non vedeva più i suoi "fantasmi". Un giorno Em decide di smettere di prendere i farmaci perchè insomma la McEntire non poteva mica scrivere un libro per guadagnare dindini su una ragazza offuscata mentalmente? eh no. Em decide di riprendere la vita nelle sue mani e guarisce miracolosamente dalla depressione senze farmaci, senza eventi eccezionali ma con la sola forza di volontà (e qui manca solo Barbara D'Urso che la invita in studio a Pomeriggio Cinque dicendole "tu sì che sei una donna forte Emerson, ABBATTIAMO GLI UOMINI YEEEH" con tanto di balletto in stile country, scusate sto divagando cwc). E indovinate cosa succede?. il fratello vedendo la sorella guarita decide di affidarla ad uno psicologo, ma mica uno normale eh? nah, niente lettini di pelle nera e luunghe sedute a parlare del proprio gattino morto schiacciato dal trattore del vicino. No. Il genio del fratello di Emerson decide di affidarla ad una compagnia chiamata "Hourglass" fallita pochi mesi prima. Ora tua sorella è quasi decelebrata, vede i fantasmi e tu a chi l'affidi? AD UNA COMPAGNIA FALLITA PORCO CANE. Ha senso eh. Ed indovinate chi è "Il tutor" che decide di prendere sotto la sua ala Emerson? se avete risposto "un vecchio con i baffi sporchi di parmigiano reggiano, la pipa in bocca ed una pancia che fa sbottonare i bottoni del panciotto" mi dispiace ma avete sbagliato, riprovate sarete fortunati. Se avete risposto "un modello dell'Abercrombie, alto, abbronzato, fighissimo, che viene soprannominato *Mr. Delicious*" non posso che farvi un applauso. E cosa vi dice il fatto che ANCHE MICHAEL vede quelli che vengono poi definite "apparizioni del passato"?. Che questo libro è scontato, anzi peggio è strano, ogni due righe Emerson fa una sconcertante scoperta sulla sua natura. Su chi è Michael. Su cosa vuole da lei. Su tutto insomma. 

Devo dire che Hourglass merita il premio come miglior "WTF?!??!?" dell'anno. Anzi del decennio. Ma che dico DEL SECOLO. 

La McEntire riesce nel suo lavoro però, rimaniamo incollati fino all'ultima pagina cercando di capire fino all'ultimo ogni singolo quesito (e non vengono spiegati tutti cwc) e soprattutto cercando di scoprire se questo libro ci piaccia o meno, o almeno per me è stato così. 

tirando le somme hourglass non è malaccio, il romance è carino ma stop, tutti i nuovi poteri che troviamo sono davvero interessanti ma in 387 pagine ci vengono sottoposte troppe cose diverse, spiegate troppo frettolosamente e in maniera inesatta. hourglass non mi ha conquistata, mi dispiace, però le tre stelline ci stanno tutte perchè mi ha incuriosita e perchè sono una persona molto buona e dolce. 



pace&amore. 

11 commenti:

  1. Però il nome Emerson mi piace! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avevo ammesso di essere piuttosto parziale, emerson è il nome del mio primo criceto, quindi sono di parte :D

      Elimina
  2. La tua è una dolcezza dolce-amara, però LOL sembri un po' risentita verso quest'autrice AHAHAHAHAH comunque fantastica recensione, sto ridendo come una stupida ahahah!!! Soprattutto l'immagine dello psicologo, il trattore e il gattino AHAHAHAH e la D'Urso? EPICA AHAHAHAHAHAHAHAH

    P.s. La prima cosa che mi è venuta in mente quando hai chiesto del tutor è stata "un figo da paura con la pelle abbronzata stile indiani d'America che sembra piacere tanto alle autrici americane" e, grazie grazie lo so, sono davvero incredibile u.u ho indovinato! U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie :3.
      io non ho nulla contro l'autrice ma ormai si assomigliano un po' tutte 'ste robe, sono assolutamente disponibile a leggere Timepiece e di rimangiarmi tutto uwu.

      comunque 'sta recensione sembra scritta sotto effetto di anfetamine ahahahahah

      Elimina
  3. Troppo bella e divertente la tua recensione! :D

    RispondiElimina
  4. AhahxD Dovrebbero scriverci un libro con le tue recensioni,sai?xD altro che Hourglass[x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA.
      sono onoratissima allora uwu

      Elimina
  5. Ahahahhaha questa recensione mi ha fatto morire! xD
    Bellissima e sicuramente non leggerò Hourglass u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e non ti perdi nulla ahahahahah, grazie mille :3

      Elimina