mercoledì 4 aprile 2012

Immortal #1 Recensione


"È un inverno che non dà scampo quello che avvolge nel gelo e nella neve il piccolo paese di St. Andrew, nel Maine, a pochi chilometri dal confine canadese. Luke, giovane medico di turno al pronto soccorso, si ritrova davanti una ragazza dall’apparente età di diciannove anni e dalla bellezza eterea e struggente. È atterrita e chiusa nel silenzio, ma i suoi occhi sembrano gridare. Ha appena ucciso un uomo, abbandonandone il cadavere nel bosco. Si chiama Lanny e, con voce appena udibile, sostiene di aver ucciso quell’uomo perché era stato lui a chiederglielo. Prega Luke di aiutarla a scappare. Quando il dottore rifiuta, Lanny afferra un bisturi e si squarcia il petto nudo. 
Quello che succede dopo cambierà le loro vite per sempre. Luke, sconvolto, accetta di aiutarla a scappare oltre confine. E durante la fuga, lei gli rivela il proprio passato. Lanny è immortale e ha più di duecento anni. Il suo è il racconto di una donna travolta da un amore torbido, appassionato e mai ricambiato abbastanza. È il racconto di un uomo ossessionato dalla bellezza e dal bisogno oscuro di possederla, un uomo che trasforma la passione fisica in uno strumento di dominio. È il racconto del terribile prezzo da pagare in cambio della vita eterna"

Questa è la trama di Immortal della Katsu, titolo originale "The Taker". Ora le gothic novel non sono esattamente il mio tipo di libro ma ero in libreria, avevo adocchiato il Bacio Della Sirena poi arriva mia sorella comincia a parlare di Bruno Vespa, Antonella Clerici e su chi mai al mondo comprerebbe il loro libro e puffetè mi sono confusa ed ho preso Immortal. Mi sono detta "sarà destino?". La risposta è "no, è sfortuna".

Premetto che non amo particolarmente, anzi, i libri con una trama circolare ovvero che nel primo capitolo ti danno una situazione e TUTTO il libro sta lì a spiegarti come ci siamo arrivati.
Il libro comincia con Lanny, ragazza bellissima ed eterea, che arriva in questo minuscolo ospedale di St. Andrew, città ancora più minuscola, per essere visitata da un dottore dopo essere stata trovata piena di sangue sull'autostrada e di aver ammesso di aver ucciso un uomo.
Dal primo capitolo sappiamo che quest'uomo è Jonathan, l'uomo che Lanny ama più di qualsiasi cosa al mondo e che lei puff l'ha ucciso perchè lui gliel'aveva chiesto.
Da qui parte la fuga di Lanny ed il dottore (Luke) ed intanto Lanny racconta la sua storia.
Diciamo che per i 3/4 del libro ci troviamo nel 1800, e che il phatos nel libro manca totalmente, dato che sappiamo già che Lanny diventerà immortale, così come Jonathan e che faranno cose ORRIBILI insieme.

Io non sono per niente bigotta, le scene di sesso ci stanno anche bene ma diciamo che 3/4 del racconto di Lanny si basano sulle perversioni sessuali del nobile che la trasforma in immortale.

I personaggi riescono a toccare il fondo almeno una decina di volte nel libro, Lanny è consumata dall'amore verso Jonathan, amore che sa non sarà mai ricambiato. Jonathan non è altro che il tizio più bello del mondo ma che non sarà mai fedele a nessuno, neanche alla moglie quattordicenne. Adair è il conte che trasforma Lanny che per un paio di capitoli ci racconta la sua storia, arriverà ad essere il personaggio più malato del libro con una scoperta finale di Lanny che onestamente mi sembra davvero campata in aria.
Luke, il dottore, non si distingue molto dalla massa, è un tizio di mezz'età che lascia lavoro e cittadina per una ragazza conosciuta dieci minuti prima.

Quando la trama porta "sconvolgente" ed "oscuro" non stiamo parlando di un po' di gente che ammazza un altro po' di gente, stiamo parlando di gente che ha perso totalmente la testa.

Leggiamo pagina dopo pagina sperando, pregando che Jonathan diventi un personaggio che si redima e dia a Lenny quello che vuole una santissima volta in modo da poter chiudere il libro soddisfatti, invece Jonathan è stronzo fino alla fine.

Il finale è piuttosto aperto e sospetto un seguito, l'ultimo capitolo mi è piaciuto devo dire.
Leggerò gli altri? Probabilmente sì.
Lo consiglio?. Non saprei, se vi scandalizzate facilmente no.

L'unica nota eccellente del libro è la scrittura della Katsu, la storia faceva acqua da tutte le parti ma lo stile è intrigante, unico e perfetto. Con una storia migliore le Katsu potrebbe arrivare lontano.



Pace&Amore.


2 commenti:

  1. Se non fosse che mi terrorizza gli darei anche un'occasione... beh, mai dire mai LOL

    p.s. "Mi sono detta "sarà destino?". La risposta è "no, è sfortuna"." - LOOOOOOOOOOOOOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so come esprimermi su questo libro lol

      Elimina